Jolene (2008) watch online
Sinners and Saints (2010) online
Into the Abyss (2011) online

Impegni ed Eventi

Dicembre 2020
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Newsletter

Subscribe Here


Ricevi HTML?

Login

Il ricordo di Marì Ferrari

 

Da dove cominciare per ricordare Marì Ferrari? Dal suo impegno come delegata del settimanale diocesano La Voce del Popolo e per la causa della buona stampa? O dall’animazione dei Centri di ascolto della Parola? Oppure immaginandola sfrecciare in macchina per andare ad accompagnare le suore dai malati che attendevano l’Eucarestia? O ancora come catechista, tanti anni fa…

 

 

 

 

L’elenco delle cose fatte da Marì è veramente lungo; nella nostra parrocchia ha operato in quasi tutti gli ambiti, nel corso del tempo, e tanti hanno beneficiato del suo intervento: economico, di sostegno pratico e morale, sicuramente sempre con la preghiera. Pregava tanto, Marì, nelle liturgie comunitarie e da sola, a casa. Nella preghiera tornava al motivo del suo agire, cercava chiarezza, trovava la carica. E ne aveva tanta, di carica, Marì: era una persona energica, decisa, schietta. Talvolta era fin troppo diretta, ma faceva parte di lei, e adesso ci manca anche quello. Il giorno del suo funerale è stato strano partecipare a una santa Messa – con lei – senza sentire le sue considerazioni; perché lei viveva fino in fondo anche la Messa, e se in quella c’era motivo di riflettere su qualcosa in particolare, in positivo o in negativo, non mancava di renderne partecipi le persone che aveva accanto.

Chi scrive la ricorda soprattutto per il suo impegno missionario: animata sin da giovane dall’esempio della zia comboniana, suor Libera Ferrari, missionaria in Egitto, ha sempre avuto ben presente cosa significa “essere missionari”, cioè vivere il Vangelo e comunicarlo, farsi prossimi degli altri, vicini e lontani. E le missioni estere avevano un posto di riguardo nel suo cuore, perché conosceva la situazione dei paesi poveri attraverso i racconti della zia e attraverso la stampa missionaria; si teneva informata sulle attività nelle missioni, sulle situazioni di ingiustizia e sulle vie pratiche per cambiare le cose, almeno un po’. In quest’ottica ha sostenuto sin dall’inizio il commercio equo e solidale e ha fatto tanto, con GB e altri, per farlo conoscere anche a Ghedi, prima con le bancarelle sul sagrato della chiesa, poi con l’apertura della Bottega dei popoli. Era anche la persona di riferimento per l’adozione dei seminaristi in terra di missione: condivideva pienamente gli ideali della Pontificia Opera di San Pietro Apostolo, che promuove la coscienza del bisogno di sviluppare il clero locale e la vita consacrata nelle chiese missionarie di recente fondazione. Prezioso era il suo contatto costante con l’Ufficio Missionario Diocesano, che aiutava tutti a rimanere aggiornati sulle proposte diocesane, sulla presenza dei missionari di passaggio, sui materiali disponibili per l’animazione. Un contatto che allontanava il rischio di chiudersi su sé stessi, di fare da soli.

Quando viene a mancare qualcuno che ha fatto tanto, ci si pone inevitabilmente il problema di come proseguire il suo impegno. E comunque non si riesce mai a farlo del tutto. Nel caso di Marì sarà ancora più difficile. Ma partiamo dalla certezza che lei stessa continua a pregare, per la nostra parrocchia, per le missioni, per la Chiesa. Per il resto ci affidiamo allo Spirito e ringraziamo il Signore per averla avuta tra noi.

Qui sulla terra hai costruito un pezzo di cielo… Ciao Marì!

Gli amici del gruppo Mivo ‘75

Parrocchia Ghedi

Parrocchia Santa Maria Assunta
Via Repubblica 1
25016 Ghedi (BS)

   030 901204
  info@parrocchiadighedi.it

Seguici sui Social

Facebook
Twitter
 
Joomla Template - by Joomlage.com