Jolene (2008) watch online
Sinners and Saints (2010) online
Into the Abyss (2011) online

Impegni ed Eventi

Marzo 2021
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Newsletter

Subscribe Here


Ricevi HTML?

Login

Adorazione eucaristica

Apriti alla verità, porterai la vita

 

Sabato 15 febbraio le famiglie hanno elevato questa preghiera innanzi a Gesù Eucarestia: 

RI-CONOSCERE LA VITA, riflesso del mistero di Dio.

G. Come un alito di vento che dona alle membra capacità di muoversi ed all'anima la facoltà di comprendere, la vita scende nel corpo dell'uomo; creata ad immagine e somiglianza di Dio, che l'ha formata sulla terra, la persona ha tutta la dignità del suo Creatore; ha i suoi aneliti, i Suoi misteri... la Sua dignità. E' per questo che anche la vita, come la persona è sacra; fosse pure quella di Caino, fosse pure quella che sussiste nell'embrione, nessuno ha il diritto di violare ciò che Dio ha creato, infondendola nel petto dell'essere umano.

 

CANTO

Salmo 138 (13-18.23-24)

T. Sei tu che hai creato le mie viscere *

e mi hai tessuto nel seno di mia madre.

Ti lodo, perché mi hai fatto come un prodigio; 

sono stupende le tue opere, 

e tu mi conosci fino in fondo.

Non ti erano nascoste le mie ossa †

quando venivo formato nel segreto, *

intessuto nelle profondità della terra.

Ancora informe mi hanno visto i tuoi occhi *

e tutto era scritto nel tuo libro;

i miei giorni erano fissati, *

quando ancora non ne esisteva uno.

Quanto profondi per me i tuoi pensieri, *

quanto grande il loro numero, o Dio;

se li conto sono più della sabbia, *

se li credo finiti, con te sono ancora.

Scrutami, Dio, e conosci il mio cuore, *

provami e conosci i miei pensieri:

vedi se percorro una via di menzogna *

e guidami sulla via della vita.

G. Il patto matrimoniale, ricordava Giovanni Paolo II, "apre i coniugi ad una perenne comunione di amore e di vita e si completa pienamente e in modo specifico con la generazione dei figli" (Lettera alle famiglie, 7). L'amore sponsale è pieno quando si fa dono di vita.

1L Per raggiungere questa convinzione è urgente più che mai un percorso interiore di conversione tale da aprire il cuore allo stupore delle grandi meraviglie che Dio compie nella vita di ogni creatura umana. Lo stupore darà spazio alla scoperta che paternità e maternità sono strumento per dare espressione e continuità nel tempo alla stessa paternità di Dio Creatore. "I coniugi, mentre si donano tra loro, donano al di là di se stessi la realtà del figlio, riflesso vivente del loro amore, segno permanente dell'unità coniugale e sintesi viva e indissociabile del loro essere padre e madre" (Familiaris Consortio 14).

2L Nessuno può appropriarsi della vita di un'altra persona, usarla o "punirla", perchè nessuno può dare la vita ad un altro essere umano, nessuno può toglierla!

3L C’è la tragedia dell’aborto: rifiuto della vita e atto di violenza totale contro la più indifesa delle persone umane. La vita, una volta concepita, è dal suo primo istante sacra e va protetta con la massima cura. L’aborto è il segno, per l’uomo d’oggi, della sua schiavitù più grande: la paura della vita, l’incapacità di amarla, conseguenza del rifiuto della provvidenza amorosa di Dio. 

 

 Pausa di silenzio e riflessione personale

G. La Parola del Signore continua a risuonare anche oggi per richiamare tutti alle proprie responsabilità:

1L Ri-conoscere la vita in ogni suo tempo. L'inquietante domanda rivolta da Dio a Caino,"dov'è Abele, tuo fratello?" si trasforma in comandamento ineludibile per ciascuno: "Domanderò conto della vita dell'uomo all'uomo,
a ogni suo fratello
" .
Ri-conoscere la vita significa accettare di condividere con gli altri il privilegio della creazione, instaurando con tutti rapporti costruttivi e solidi di comunione cristiana.

 T. Signore, tu hai detto: “Cinque passeri non si vendono forse per due soldi? Eppure neanche uno di essi  è dimenticato davanti a Dio. Anche i capelli del vostro capo sono tutti contati. Non temete, voi valete più di molti passeri” (Lc 12, 6-7).

2L Ri-conoscere la vita significa riassaporare il coraggio di accompagnare una nuova persona che nasce con la consapevolezza di essere di fronte ad una vita diversa dalla nostra, da accettare e rispettare per la sua autentica irripetibilità.

T. Signore, quanto vale oggi la vita di un uomo, di una donna, di un bambino? Si uccidono persone a centinaia e a migliaia in pochi istanti… Si uccide per passione, per vendetta, per soldi, per non pagare le conseguenze dei propri errori…Si uccide per motivi ideologici e pseudo religiosi, per intolleranza, per presunti motivi di giustizia o di ricerca medica…  Si uccide in guerre di ogni genere… Si uccide senza motivo. La vita umana vale almeno quanto quella di un passero protetto dalle leggi contro la caccia?

3L Ri-conoscere la vita è impegnarsi a promuovere e a sostenere una cultura che accordi ad ogni vita la giusta tutela giuridica e il necessario appoggio per potersi sviluppare nella quotidiana lotta dei giorni.

T. Signore,  non perdiamo la speranza nell’umanità perché sappiamo che ci sono anche tante persone che proteggono, promuovono, aiutano la vita in molti modi e in ogni parte del mondo, sacrificando persino la propria vita.

4L Ri-conoscere la vita è credere fermamente nella possibilità che ognuno trovi la propria strada di gioia e di soddisfazioni; è schierarsi a favore di chi non ha mani e non ha voce per permettere a tutti una dignitosa esistenza; è muoversi in cordata con gli altri perseguendo il bene di tutti come il proprio, perché il Signore comanda di amare l'altro come se stessi; è rispettare le diversità, perché ognuno concretizzi le proprie aspirazioni.

T. Signore, aiutaci a ri-conoscere in ogni vita, anche la più piccola, la più segnata dal limite e dal male, il riflesso del tuo mistero. Aiutaci a credere che la vita è sacra poiché se perdiamo il senso della sacralità della vita, cadiamo in un baratro di cui non conosciamo, né possiamo immaginare il fondo.

5L Ri-conoscere la vita è appoggiare la testa sulla spalla di chi la vita l'ha già vissuta e si trova alla fine del proprio cammino; è imbastire la propria vita con le esperienze di un ricordo edificante, di una gioia sperimentata, di un dolore condiviso; è fare memoria di una vita passata perché la vita futura sia più ricca e più gioiosa.

Pausa di silenzio e riflessione personale

G.Dio, nostro Padre, Signore della vita e della morte, tu che mediante il tuo figlio Gesù  e il tuo Santo Spirito hai guarito i malati, consolato gli afflitti, amato e convertito i peccatori,   liberaci da ogni peccato contro la vita perché ogni creatura, animata da tuo soffio vitale,  nei giorni della sua umana avventura, compia serenamente il progetto che, nel tuo immenso amore,  hai voluto per ciascuno

T. Grazie Signore per la vita,
grazie per l’amore,

grazie per la vita che è amore.

Ogni creazione è frutto della tua grazia donata.

Signore, aiutami sempre a ricordare

di essere una goccia del tuo mare,

un granello della tua sabbia,

un fiocco della tua neve,

una nota della tua armonia.

Aiutami a ricordare

di essere figlio del tuo amore,

ma soprattutto aiutami a ricordare

di non essere figlio unico.

 

CANTO

 

                       Adorazione Eucaristica

 

Parrocchia Ghedi

Parrocchia Santa Maria Assunta
Via Repubblica 1
25016 Ghedi (BS)

   030 901204
  info@parrocchiadighedi.it

Seguici sui Social

Facebook
Twitter
 
Joomla Template - by Joomlage.com