Jolene (2008) watch online
Sinners and Saints (2010) online
Into the Abyss (2011) online

Impegni ed Eventi

Ottobre 2017
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Newsletter

Subscribe Here


Ricevi HTML?

Login

Adorare il Dio di Gesù Cristo, fattosi pane spezzato per amore, è il rimedio più valido e radicale contro le idolatrie di ieri e di oggi. Inginocchiarsi davanti all’Eucaristia è professione di libertà: chi si inchina a Gesù non può e non deve prostrarsi davanti a nessun potere terreno, per quanto forte. Noi cristiani ci inginocchiamo solo davanti al Santissimo Sacramento, perché in esso sappiamo e crediamo essere presente l’unico vero Dio, che ha creato il mondo e lo ha tanto amato da dare il suo Figlio unigenito (cfr Gv 3,16). Ci prostriamo dinanzi a un Dio che per primo si è chinato verso l’uomo, come Buon Samaritano, per soccorrerlo e ridargli vita, e si è inginocchiato davanti a noi per lavare i nostri piedi sporchi. Adorare il Corpo di Cristo vuol dire credere che lì, in quel pezzo di pane, c’è realmente Cristo, che dà vero senso alla vita, all’immenso universo come alla più piccola creatura, all’intera storia umana come alla più breve esistenza.

Leggi tutto: L'adorazione eucaristica

Catechesi

Unzione malati, vetrata

Lo sguardo sul sacramento dell’Olio degli infermi, fin qui delineato, ci ha aiutati, penso, a scorgerne meglio il significato e il valore. Un ulteriore aiuto lo troviamo nel sottolineare i tre elementi della celebrazione da considerare “centrali”:

-La preghiera della fede

-L’imposizione delle mani

-L’unzione con l’Olio Santo

 1. E’ la preghiera della fede che, come dice san Giacomo “salverà il malato” (Gc. 5,15). In questo sacramento è il “popolo di Dio che prega con fede”, come fa notare pure il Rito. Ecco perché è così importante che la comunità di fede si raduni attorno al malato nella celebrazione pubblica; in quella privata (in casa,in ospedale) almeno la famiglia e, se possibile, gli amici dovrebbero partecipare al rito in rappresentanza della più vasta comunità. 

Leggi tutto: L'olio della speranza, conclusione

Olio della speranzaUno dei mezzi più frequenti con i quali Gesù annunciava la presenza del Regno, era la guarigione dei malati.

Una conferma: più o meno la metà del Vangelo secondo Marco comprende racconti di guarigione. Così Gesù annunciava l’amore di Dio e l’azione salvifica per la quale Egli era venuto nel mondo.

Negli Atti degli Apostoli, Luca racconta che i discepoli continuarono questo ministero loro affidato. Fin dall’inizio la comunità cristiana dunque si prese cura dei malati con la preghiera e con atti concreti di servizio, ad esempio fondando ospedali per loro e ospizi per i morenti.

Leggi tutto: L'olio della speranza

Parrocchia Ghedi

Parrocchia Santa Maria Assunta
Via Repubblica 1
25016 Ghedi (BS)

   030 901204
  info@parrocchiadighedi.it

Seguici sui Social

Facebook
Twitter
 
Joomla Template - by Joomlage.com